Associazione Istruzione Unita Scuola





Via Olona n.19-20123 Milano iNFO 3466872531





giovedì 18 marzo 2010

Al via la formazione in ingresso personale docente ed educativo – Anno scolastico 2009-2010

Ufficio Scolastico Provinciale di Milano
Modello formativo
«Anche per il corrente anno scolastico, in accordo con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, verrà riproposto il modello formativo già sperimentato lo scorso anno.

Tale modello intende rispondere ad alcuni elementi di criticità più volte sottolineati negli anni precedenti, primo fra tutti il rischio di scollamento tra le attività di formazione e l’esperienza didattica e professionale nelle scuole di servizio dei docenti neo immessi.

Il modello formativo prevede che le 40 ore di formazione siano così suddivise:

20 ore in presenza;
20 ore on line.
La gestione delle attività on line sarà affidata, come negli anni scorsi, a docenti tutor individuati dall’Ufficio.

Le attività in presenza saranno invece così articolate:

3 ore incontro seminariale curato dall’Ufficio Scolastico Provinciale;
5 ore presso la scuola di servizio per attività di confronto, progettazione e verifica con il tutor di scuola;
12 ore frequenza del corso per lo svolgimento di attività curate dal docente tutor.
Domande di Nulla Osta
Si ricorda che i docenti in servizio presso una provincia diversa da quella di titolarità frequenteranno le attività di formazione nella provincia di servizio. Non è richiesta la presentazione della domanda di Nulla Osta.

Non verranno accolte richieste di Nulla Osta inoltrate da docenti che intendono seguire le attività di formazione in provincia diversa da quella di servizio.

Incontri seminariali a cura dell’USP Milano (3 ore)
Questo Ufficio organizza un incontro seminariale per i docenti neo immessi in ruolo con l’obiettivo di fornire indicazioni utili per la partecipazione ai corsi di formazione.

L’incontro costituisce, come evidenziato nella tabella precedente, il primo dei momenti di formazione in presenza per i docenti neo immessi ed è pertanto da intendersi come obbligatorio. Di seguito e nell’allegato 1 sono indicate le modalità organizzative.»
Per saperne di più, clicca QUì

Nessun commento:

Posta un commento