Associazione Istruzione Unita Scuola


Via Olona n.19-20123 Milano Info+390239810868 o 3466872531


venerdì 17 ottobre 2014

A Rimini il III Congresso Nazionale della Corte di Giustizia


Torna l’appuntamento con il Congresso Nazionale della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, giunto quest’anno alla sua terza edizione. L’evento,  che si svolgerà sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica il prossimo 21- 23 novembre alPalacongressi di Rimini, è organizzato da FederAnziani in collaborazione con la FIMMG – Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale e con il coinvolgimento delle principali società medico scientifiche. Il III Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, a cui sono attesi oltre 5.000 delegati FederAnziani e circa 2.000 medici ed esperti, avrà lo scopo di valutare le criticità e le esigenze del Servizio Sanitario Nazionale e fornire soluzioni concrete e sostenibili che possano rappresentare nuove linee guida per un sistema salute più evoluto e rispondente alle esigenze di cambiamento socio-demografico. Presidente del Congresso sarà il Magnifico Rettore dell’Università di Brescia, il Prof. Sergio Pecorelli, mentre Presidente Onorario del Congresso sarà il Ministro della Salute, l’On. Beatrice Lorenzin.
Nella tre giorni del Congresso, ampio spazio dedicato ai temi della salute in Europa, con una giornata intera, quella del 22 novembre, intitolata “European Day for Health Rights”: una grande sessione dedicata al punto di vista europeo, che vedrà la partecipazione di pazienti, medici, Istituzioni provenienti da tutta Europa per condividere approcci differenti, iniziative e buone pratiche del sistema salute.
Prosegue dunque, dopo il grande successo delle scorse edizioni, il cammino della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute impegnata nel promuovere e coordinare un’attività sinergica, condivisa e concreta tra tutti gli attori del Sistema Sanitario Nazionale: dai Medici di Medicina Generale, come primo filtro del sistema salute, ai Medici Specialisti, rappresentati dalle Società Scientifiche di riferimento, al mondo delle farmacie dei servizi, fino alla fondamentale presenza dei decisori politici e Istituzionali, a cui verranno sottoposti i risultati dei lavori scientifici.
I lavori dei Dipartimenti della Corte, suddivisi per area terapeutica, vedranno all’opera le eccellenze del sistema salute in modo coordinato e sinergico. Punto di partenza sarà un’analisi dettagliata delle incongruità del sistema sanitario e i risultati delle attività svolte dalla Corte ad oggi. Scopo dei lavori sarà quello di elaborare documenti scientifici in grado di contribuire alla definizione di un sistema sanitario che rappresenti un modello avanzato di promozione dei corretti stili di vita e della prevenzione, di gestione dei sistemi di cura con nuovi PDTA e di presa in carico del paziente cronico, fragile, non autosufficiente.
Tali dati saranno condivisi e valutati attentamente da tutti gli attori, nell’ambito dei lavori dei Dipartimenti secondo una logica medico-scientifica, economico-sanitaria ed “evidence based”, che rappresenti in modo oggettivo, concreto e sostenibile il motore di un’evoluzione del sistema salute come modello assistenziale a tutela di tutti e che, nel rispetto del diritto alla salute, non lascia indietro nessuno, soprattutto i soggetti più fragili.

Sic - Sanità in Cifre

giovedì 16 ottobre 2014

“La buona scuola” – Incontro – dibattito

Milano – martedì 21 ottobre 2014, dalle ore 10 alle ore 13,00, presso l’aula magna dell’Istituto Superiore “Schiaparelli – Gramsci” di Via Settembrini n. 4

Incontro – dibattito “La buona scuola” –  Vogliamo ascoltare tutti, perché qui non c’è un “noi” e un “voi”.  C’è solo la nostra scuola.

Gli Uffici Scolastici, Ambito Territoriale di Milano e di Monza Brianza, intendono così promuovere la partecipazione delle famiglie, degli studenti, dei lavoratori della scuola e di tutti gli stakeholder al dibattito, finalizzato alla raccolta di considerazioni, suggerimenti e contributi in prospettiva della riforma scolastica.
Per le iscrizioni occorre utilizzare il seguente link, che rimarrà attivo sino ad esaurimento posti:

mercoledì 15 ottobre 2014

Motore sanità Milano: la psichiatria nella riforma del sistema lombardo

Il prossimo 27 Ottobre a Palazzo Pirelli, in Via Fabio Filzi 22, presso la Sala Pirelli, a Milano, dalle 14 alle 18,30 si terrà un nuovo workshop dal titolo LA PSICHIATRIA NELLA RIFORMA DEL SISTEMA LOMBARDO.

Il
 modello della psichiatria lombarda, nel corso di un trentennio, ha realizzato la continuità assistenziale tra ospedale e territorio garantendo al contempo gli interventi in acuzie, la presa in carico dei casi complessi e una diffusa assistenza ambulatoriale territoriale per i disturbi emotivi comuni e le patologie ad elevato impatto epidemiologico quali i disturbi d’ansia, i disturbi depressivi, i disturbi del comportamento alimentare e i disturbi di personalità.

L'obiettivo è quello di approfondire le principali tematiche attuali relative all’assistenza psichiatrica collocandole nello scenario della riforma del sistema socio-sanitario lombardo sulla base delle indicazioni presentate nel recente “Libro Bianco” sullo sviluppo del sistema.
Nell’ambito di tre tavole rotonde 
1. La sfida dell’integrazione nell’area della salute mentale: criticità attuali e prospettive future nel sistema sanitario lombardo; 
2. I pazienti con disturbo psichico e autori di reato: il progetto lombardo per il superamento degli OPG; 
3. Un nuovo modello di finanziamento per i pazienti con disturbo psichico grave in cura dei DSM: la sperimentazione regionale - saranno approfondite le tematiche dell’integrazione nell’area della salute mentale, i percorsi di cura da garantire per i soggetti con disturbo psichico autori di reato, e i nuovi modelli di finanziamento per l’assistenza psichiatrica in fase di sperimentazione.
Il workshop si concluderà con la presentazione delle linee guida del riordino del SSR lombardo
*L'iscrizione è gratuita fino ad esaurimento posti, previa compilazione e
restituzione dell'allegato modulo compilato in ogni sua parte.*

SCHEDA D’ISCRIZIONE e PROGRAMMA clicca QUI

LA PSICHIATRIA NELLA RIFORMA DEL SISTEMA LOMBARDO.

Il prossimo 27 Ottobre a Palazzo Pirelli, in Via Fabio Filzi 22, presso la Sala Pirelli, a Milano, dalle 14 alle 18,30 si terrà un nuovo workshop dal titolo LA PSICHIATRIA NELLA RIFORMA DEL SISTEMA LOMBARDO.

Il
 modello della psichiatria lombarda, nel corso di un trentennio, ha realizzato la continuità assistenziale tra ospedale e territorio garantendo al contempo gli interventi in acuzie, la presa in carico dei casi complessi e una diffusa assistenza ambulatoriale territoriale per i disturbi emotivi comuni e le patologie ad elevato impatto epidemiologico quali i disturbi d’ansia, i disturbi depressivi, i disturbi del comportamento alimentare e i disturbi di personalità.

L'obiettivo è quello di approfondire le principali tematiche attuali relative all’assistenza psichiatrica collocandole nello scenario della riforma del sistema socio-sanitario lombardo sulla base delle indicazioni presentate nel recente “Libro Bianco” sullo sviluppo del sistema.
Nell’ambito di tre tavole rotonde 
1. La sfida dell’integrazione nell’area della salute mentale: criticità attuali e prospettive future nel sistema sanitario lombardo; 
2. I pazienti con disturbo psichico e autori di reato: il progetto lombardo per il superamento degli OPG; 
3. Un nuovo modello di finanziamento per i pazienti con disturbo psichico grave in cura dei DSM: la sperimentazione regionale - saranno approfondite le tematiche dell’integrazione nell’area della salute mentale, i percorsi di cura da garantire per i soggetti con disturbo psichico autori di reato, e i nuovi modelli di finanziamento per l’assistenza psichiatrica in fase di sperimentazione.
Il workshop si concluderà con la presentazione delle linee guida del riordino del SSR lombardo
*L'iscrizione è gratuita fino ad esaurimento posti, previa compilazione e
restituzione dell'allegato modulo compilato in ogni sua parte.*
SCARICA IL PROGRAMMA

lunedì 6 ottobre 2014

TASI: a Milano caos detrazioni

L'appuntamento con l'acconto TASI sta gettando nel caos professionisti e contribuenti, soprattutto a Milano dove i calcoli sono tutti da rifare, per via di una erronea interpretazione della norma sulle detrazioni.

Da quando nel nostro Paese si è deciso di abbandonare la vecchia ICI, prima con l’introduzione dell’IMU poi con la TASI, gli adempimenti legati alle imposte sugli immobili sono diventate il nuovo incubo degli italiani.

Caos TASI

La scadenza del 16 ottobre per l’acconto TASI, nel caso in cui il Comune abbia deliberato entro il 10 settembre, si avvicina e ancora una volta contribuenti, commercialisti e CAF sono nel caos per colpa delle oltre 16 mila delibere e 10 mila regolamenti comunali differenti che generano migliaia di diverse combinazioni tra TASI e IMU, sia per le abitazioni principali che per le seconde case, senza considerare le eventuali detrazioni.

=> TASI zero: ecco la norma e i Comuni

TASI Milano

Una situazione particolarmente complicata si sta verificando a Milano, dove in realtà la delibera sulle aliquote e sulle detrazioni TASI è arrivata già a giugno.

=> TASI Milano: aliquote e detrazioni

Il problema è che molti professionisti hanno inserito nel calcolo TASI lo sconto di 20 euro per ciascun figlio convivente con meno di 26 anni anche a chi non ne ha diritto. Tale detrazione per ciascun figlio con meno di 26 anni spetta per le abitazioni ubicate nel territorio del Comune di Milano, con valore catastale modesto, a patto che il figlio sia dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale. In più leggendo attentamente la norma appare evidente che si ha diritto allo sconto solo nel caso spetti anche la detrazione base:
«La detrazione di base è maggiorata di 20 euro per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale».
In sostanza la detrazione non spetta indipendentemente dal reddito del contribuente ma solo se si rientra nei parametri delle detrazioni base, ovvero se non si possiede un reddito superiore a 21 mila euro. Male interpretando la norma, invece, molti professionisti hanno applicato lo sconto indipendentemente dal reddito generando F24 e bollettini postali di importi inferiori al dovuto, che ora il Comune di Milano dovrà rettificare

giovedì 2 ottobre 2014

5 ottobre 2014 Festa dei nonni

la Provincia di Milano apre la sede di Palazzo Isimbardi per le visite guidate.

Foto
In occasione della festa dei nonni 2014, Palazzo Isimbardi apre al pubblico i suoi tesori.
Visite guidate gratuite senza prenotazioni dalle ore 14.00 alle 18.00 (inizio dell'ultima visita).


Ingresso da corso Monforte 35 - Milano


LINK:
La Voce degli Anziani : 5 ottobre 2014 Festa dei nonni:
.

giovedì 11 settembre 2014

Corsi di formazione professionale a Milano

L’offerta formativa del Comune di Milano che promuove nuovi corsi professionali gratuiti per italiani e stranieri.

Corsi di formazione Milano
Il Comune di Milano organizza corsi di formazione destinati ai cittadini italiani e stranieri finalizzati all’inserimento nel mercato del lavoro: seicento percorsi formativi professionali seguiti da altrettanti stage resi possibili dalle convenzioni siglate con 350 imprese locali. Tra le iniziative in programma, corsi per grafici, informatici, cuochi e panettieri, giardinieri, sartoria, oltre a lezioni di lingua straniera.

=> Lavoro: corsi di formazione gratuiti in tutta Italia

Corsi di formazione

L’offerta formativa promossa dal Comune è supportata da una campagna di comunicazione creata ad hoc, “Milano Ti Forma – Corsi di formazione per tutti”, e si propone di favorire l’incremento dell’occupazione in ambito regionale.
«Il Comune di Milano conferma e rilancia il suo tradizionale impegno nell’ambito della formazione professionale e dell’educazione – afferma l’assessore alle Politiche del Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca Cristina Tajani – con attività rivolte sia ai giovani sia agli adulti, tutte finalizzate all’inserimento lavorativo reso possibile anche dalle partnership avviate con il sistema delle imprese.»

Iscrizioni ai corsi

Per iscriversi ai corsi di formazione è necessario segnalare la propria adesione direttamente sul portale Lavoroeformazioneincomune, dove è possibile visionare l’elenco dei corsi disponibili.

=> Leggi tutte le news per le PMI della Lombardia

Fonte PMI Teresa Barone 11 settembre