Associazione Istruzione Unita Scuola





Via Olona n.19-20123 Milano iNFO 3466872531





sabato 27 agosto 2011

Il Ministro delude, i sindacati illudono: la campanella per chi dovrebbe suonare?

Tu che ne pensi? DILLO a dinodono1@gmail.com
Ha ancora senso che io come altre centinaia di miagliaia di colleghi stiamo ancora a scervellarci sul come ed il quando potremo raggiungere il tanto sognato ruolo?
Riceviamo e volentieri pubblichiamo
Lettera aperta al Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini
Gentile Ministro Gelmini,
sono un' insegnante precaria della scuola milanese, ormai quello che vado ad iniziare sarà il 16° anno di precariato. Come da copione il mese di agosto lo passo davanti al computer per seguire nei minimi dettagli tutte le notizie dall'ufficio scolastico regionale di mio interesse,ora diventato AT di Milano. Negli ultimi giorni le notizie si stanno affastellando sempre di più, soprattutto per quanto riguarda la nomina in ruolo, sia dai concorsi ordinari che dalle GAE, di cui faccio parte. Proprio ieri a Milano è stato pubblicato il reale contingente ministeriale delle Graduatorie ad Esaurimento: per la mia classe di concorso, la A050, ne andranno 17 per l'elenco del 2010/2011 e 18 per il 2011/2012...ma sulla carta! Facendo una rapida comparazione tra i due elenchi, sono solo 22 dei 35 previsti che andranno di ruolo, in quanto sono gli stessi nominativi a comparire sui due elenchi distinti, quindi resteranno esclusi 13 precari!!! La mia domanda dunque ovvia è: che senso ha dare certi numeri per poi all'atto pratico vedersene propinare altri? Ed ancora, che fine faranno quei 13 posti? Da Brescia poi rimbalza la notizia che i destinatari i assunzione a tempo indeterminato non si decidono a scegliere la sede in quanto nopn vogliono saperne di andare fuori Milano, bloccando tra l'altro le assunzioni anche nella A043!!
Per quale motivo è stato possibile vedere avanzare orde di colleghi con millantati punteggi stratosferici? Ha ancora senso che io come altre centinaia di miagliaia di colleghi stiamo ancora a scervellarci sul come ed il quando potremo raggiungere il tanto sognato ruolo? E che ruolo hanno i sindacati,anche quelli più agguerriti nei confronti del Suo Governo, se non quello di illudere noi tutti?
Ancora una volta mi sento oppressa da un sistema decisamente contorto ed indecifrabile...che delusione!

Lettera firmata

Una docente storica milanese

Nessun commento:

Posta un commento