Associazione Istruzione Unita Scuola





Via Olona n.19-20123 Milano iNFO 3466872531





martedì 29 giugno 2010

MIUR MILANO:Pubblicazione graduatorie provvisorie concorsi titoli personale A.T.A. - art. 554 dec. legisl. 297/94.

IUniScuoLa: Ecco la comunicazione Prot. MIURAOOUSPMI R.U. n.32543 29 giugno 2010 dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Milano Area A - Organici e mobilità procedimenti concorsuali personale ATA
Ai Dirigenti Scolastici delle
Istituzioni Scolastiche
Milano e Provincia
Alle OO.SS. di categoria
Agli Atti / All’albo

Oggetto: Pubblicazione graduatorie provvisorie concorsi titoli personale A.T.A. - art. 554 dec. legisl. 297/94.

Si comunica che in data 29.09.2010 sono pubblicate all’Albo di questo Ufficio e rese disponibili sul sito www.milano.istruzione.lombardia.it le Graduatorie Permanenti provvisorie dei concorsi a titoli del personale A.T.A. statale della scuola relativi ai seguenti profili professionali:


Ai Dirigenti Scolastici delle Istituzioni ScolasticheMilano e Provincia
Alle OO.SS. di categoria
Agli Atti / All’albo
Oggetto: Pubblicazione graduatorie provvisorie concorsi titoli personale A.T.A. - art. 554 dec. legisl. 297/94.
Si comunica che in data 29.09.2010 sono pubblicate all’Albo di questo Ufficio e rese disponibili sul sito http://www.milano.istruzione.lombardia.it/ le Graduatorie Permanenti provvisorie dei concorsi a titoli del personale A.T.A. statale della scuola relativi ai seguenti profili professionali:
Assistente Amministrativo
Assistente Tecnico
Cuoco
Collaboratore Scolastico
Guardarobiere
Collaboratore addetto aziende agrarie
Infermiere
Gli interessati, entro 10 giorni (09.07.2010), a partire dalla data di pubblicazione delle predette graduatorie provvisorie possono produrre reclamo scritto, esclusivamente per soli errori materiali ed omissioni all’Ufficio scrivente il quale esaminati i reclami, rettificherà anche d’Ufficio le risultanze, senza darne comunicazione agli interessati.Eventuali reclami avverso mancata inclusione in graduatoria o mancato aggiornamento del punteggio è consigliabile siano presentati direttamente agli sportelli di via Ripamonti, 85 (piano terra) corredati da copia della domanda prodotta e ricevuta attestante la presentazione in tempo utile della domanda stessa.Le SS.LL. sono pregate di dare la massima diffusione del presente comunicato al personale interessato.
F.to Il DirigenteGiuliana Pupazzoni
Per saperne di più, Clicca QUi

martedì 22 giugno 2010

Milano, IL SERVIZIO ESTATE AMICA - PIANO ANTICALDO 2010


Il Piano è diviso in due fasi.
La prima fase va dal 1° giugno al 28 luglio.
In questo periodo vengono predisposte otto sale operative distribuite su tutto il territorio cittadino. Sono attive dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle ore 19, mentre il sabato e la domenica rimane aperto, in presenza di ondate di calore, il presidio di via De Amicis.
La Centrale Operativa si trova in via G. Strehler 2, angolo Corso Garibaldi 27. Vengono garantiti tutti i servizi di emergenza, l’assistenza domiciliare, i pasti a domicilio, gli accompagnamenti. In questa fase sono potenziati tutti i servizi di emergenza, assistenza domiciliare, pasti a domicilio, accompagnamento, che nel corso dell’anno vengono erogati continuativamente dal Comune di Milano attraverso i Custodi Sociali, il servizio di Teleassistenza, i Centri Multiservizi Anziani, i Centri Socio Ricreativi.
La seconda fase va dal 29 luglio al 30 agosto e viene prorogata fino al 10 settembre in caso di caldo eccezionale.
Sarà realizzata una sede unica in via Strehler.
Continueranno a essere garantiti i servizi di assistenza, a cui si aggiungono le attività ricreative. Penso alle visite guidate ai musei cittadini (Castello Sforzesco, Acquario Civico, Museo di Storia Naturale, Museo della Scienza e della Tecnologia e Museo Diocesano) e alle escursioni al Parco Nord e al parco del Ticino, alle gite in cascina, alla possibilità di partecipare alle iniziative organizzate nei 28 Centri Socio Ricreativi Culturali.
Continueranno a essere garantiti e implementati i servizi di assistenza, a cui si aggiungeranno altre attività, quali:
Parrucchiere (taglio e piega in accordo con l’Associazione APA Confartigianato)
cinema, in collaborazione con AGIS
300 abbonamenti gratuiti alle piscine per il mese di agosto per gli over 65 (in collaborazione con Milano Sport) presso i centri Argelati, Cardellino, Lido, Romano, Saini, Sant’Abbondio e Scarioni.
gelati e pizze
buoni spesa
buoni taxi

visite guidate ai musei cittadini (Castello Sforzesco, Acquario Civico, Museo di Storia Naturale, Museo della Scienza e della Tecnologia e Museo Diocesano)
escursioni guidate al Parco Nord e al Parco del Ticino
gite in cascina

iniziative organizzate nei 28 centri socio ricreativi di Milano
pasti nei ristoranti cittadini nell’ambito dell’iniziativa "il Piatto del cuore"
consegna pasti a domicilio abbinata a un quotidiano (con Milano Ristorazione e le testate giornalistiche)
Come fare per usufruire di tutti questi servizi?
L’anziano o suo familiare chiama il numero verde 800.777.888 e segnala la propria richiesta. L’operatore del call-center compila una scheda che, in tempo reale, viene visualizzata tramite programma CRM. Il gruppo di operatori sociali valuta la richiesta, richiama l’anziano e concorda le azioni finalizzate alla partecipazione all’iniziativa individuata.
I diversi sponsor che aderiscono al servizio mettono a disposizione abbonamenti per ingressi gratuiti, biglietti e strutture. Inoltre, grazie all’iniziativa "Pony Tim della Solidarietà", Telecom Italia fornisce un contributo economico, apparecchi mobili e ricariche prepagate alle associazioni che collaborano nell’erogazione dei servizi. I singoli operatori valutano e concordano con i cittadini over 65 tempi e modalità di utilizzo.
Come ogni anno, è possibile trovare informazioni relative al Piano Anticaldo sul sito www.comune.milano.it/estateamica e attraverso il materiale informativo diffuso in luoghi strategici della città, maggiormente frequentati dagli anziani.

lunedì 14 giugno 2010

MANIFESTO PER MILANO: PROPOSTE PER IL FUTURO DELLA CITTA’

Riceviamo da partecipami.it e volentieri pubblichiamo

Forum promosso
dal COORDINAMENTO COMITATI MILANESI
in collaborazione conAIM, Ciclobby, Faber, La Cittadella, Legambiente, Rete Civica di Milano, Utenti del Trasporto Pubblico
Martedì 15 Giugno 2010, ore 21
TEATRO ELFO PUCCINI
Corso Buenos Aires 33
Il Manifesto per Milano fa appello all'orgoglio e al coraggio dei Milanesi. Chiede che si riaffermino nuovamente i valori della milanesità: la cultura del fare, il senso civico, la solidarietà e l'accoglienza.Il Coordinamento Comitati Milanesi promuove questo Forum con molti Comitati, Associazioni e Cittadini che ogni giorno, con tenacia e coraggio, si impegnano sul territorio per affermare questi valori, e non si rassegnano ad un inerme declino.L’obiettivo è mettere in comune la visione dei problemi e le proposte, e far conoscere all’intera Città come vivono i milanesi nei quartieri, quali sono i loro problemi e quali possono essere, molto pragmaticamente, i possibili, concreti, e tutto sommato semplici, rimedi.In questa Città – ormai senza regole chiare ed applicabili e senza controlli certi ed efficaci – che sta perdendo la visione del suo futuro e dove manca perfino l’attenzione per la gestione quotidiana, Comitati, Associazioni e singoli Cittadini, esprimono valori, analisi e prospettive.Il Forum dei Comitati si propone di ascoltare e diffondere queste voci della Città, senza schieramenti e nell’interesse di tutti.
PROGRAMMA
Perché siamo qui
Salvatore Crapanzano, presidente Coordinamento Comitati Milanesi (CCM)
La Città è dei Cittadini
Letture tratte da Il crollo delle aspettative, di Luca Doninelli
Presentazione del Manifesto per Milano
Giangiacomo Schiavi, vicedirettore Corriere della Sera
Esperienze e proposte dalla Città
Interviste ad alcuni Rappresentanti di Comitati e Associazioni:
Legambiente
Navigli
Parco Certosa
ProArcoSempione
Pru Rubattino
Quartiere Comasina
Quartiere Figino
Quartiere San Siro
Quarto Oggiaro Vivibile
Venezia-Buenos Aires
Via Padova
ViviSarpi
Facciamo il punto
Aldo Bonomi, sociologo
Idee e consigli dalla Città
Interviste ad alcune voci di Protagonisti:
Alessandro Balducci, docente di Pianificazione territoriale
Otto Bitioka, imprenditore presidente Fondazione Ethnoland
Edoardo Croci, docente Università Bocconi
Fiorella De Cindio, presidente Rete Civica di Milano (RCM)
Massimo Ferrari, presidente Utenti del Trasporto Pubblico (UTP)
Eugenio Galli, presidente Ciclobby
Manfredi Palmeri, presidente del Consiglio comunale
Fulvio Scaparro, psicoterapeuta
Massimo Tiano, ricercatore
Marco Vitale, economista
Coordinano l’incontro:Salvatore Crapanzano e Carlo Montalbetti, presidente onorario CCM
Si ringraziano:il Teatro Elfo Puccini per la cortese ospitalitàCristina Crippa per la recitazione dei brani scelti Per informazioniCoordinamento Comitati MilanesiTel. 335 6558 267e-mail: segreteria@cocomi.it
Leggi L'iniziativa lanciata sul Corriere della Sera e le adesioni della società civile

venerdì 4 giugno 2010

Anniversario della morte Manfredo Pareto Swift, il ricordo

«Mercoledì 9 giugno alle 18.30 si terrà una messa in suffragio per il decennale della scomparsa di Manfredo Pareto Swift»
«La messa sarà alle 18.30 presso la chiesa di Santa Maria al Paradiso in corso di Porta Vigentina, metropolitana 3 fermata crocetta»

Manfredo Pareto Swift nasce a Roma nel 1940, frequenta una scuola devastata alla fine della guerra dove per studiare si facevano i tripli turni e con le bande di teppisti che rubavano perfino le merendine agli studenti. Dal nonno e dalla madre deriva il grande amore per gli studi classici: raccontava che per la sua comunione il nonno gli regalò uno strano foglio scritto in caratteri mai visti e gli disse che esso conteneva una grande verità e che se avesse fatto il liceo classico l’avrebbe potuta capire. Egli accettò la sfida e quando riuscì a tradurre quel testo ne comprese la forza universale: era il discorso sulla nascita della tirannide di Aristotele.
Era solito dire che l’uomo doveva trovare prima di tutto se stesso, i suoi ideali e poi combattere per essi; riteneva che due fossero le pietre angolari di una società: la famiglia e la scuola. I genitori avevano secondo lui il compito di aiutare i figli a trovare la loro personalità, a scoprire i loro interessi, gli insegnanti dovevano indirizzare le giovani menti alla ricerca, alla curiosità del sapere, alla convivenza civile. Il compito più difficile per un genitore o per un insegnante era trovare la parola in grado di correggere senza offendere la personalità dei giovani. Diceva che la vera ricchezza di una società è la scuola come palestra di ideali civili in cui si possono accettare tutte le religioni, tutte le culture, tutte le ideologie, purché non fanatiche o settarie. Amava ridere e scherzare con studenti, colleghi ed amici. Per molti è stato un esempio di serietà e di impegno nel proprio lavoro.